Bérénice

di Romeo Castellucci
liberamente ispirato a “Bérénice” di Jean Racine

Un monologo
Con Isabelle Huppert

E con la partecipazione di Cheikh Kébé e Giovanni Manzo
E la presenza di dodici persone locali

Concezione e regia di Romeo Castellucci
Musica originale di Scott Gibbons
Costumi di Iris Van Herpen

Assistenza alla regia - Silvano Voltolina
Cura dei movimenti corali – Silvano Voltolina
Direzione tecnica - Eugenio Resta
Tecnici di palco - Andrei Benchea e Stefano Valandro
Tecnico luci - Andrea Sanson
Tecnico del suono - Claudio Tortorici
Costumista - Chiara Venturini
Ideazione trucco e acconciatura - Sylvie Cailler et Jocelyne Milazzo

Sculture di scena e automazioni - Plastikart Studio Amoroso & Zimmermann

Direttori di produzione - Benedetta Briglia, Marko Rankov
Produzione e Tour - Giulia Colla
Organizzazione - Bruno Jacob, Leslie Perrin, Caterina Soranzo
Contributo alla produzione - Gilda Biasini
Equipe tecnica in sede - Lorenzo Camera, Carmen Castellucci,
Francesca Di Serio, Gionni Gardini
Stagista costumista – Madeleine Tessier
Répétitrice movimenti – Serena Dibiase
Répétitrice memoria – Agathe Vidal
Amministrazione - Michela Medri, Elisa Bruno, Simona Barducci
Consulenza economica - Massimiliano Coli

Produttori esecutivi
Societas, Cesena
Printemps des Comédiens / Cité du Théâtre Domaine d’O, Montpellier

Co-produttori
Théâtre de La Ville Paris, France; Comédie de Genève, Suisse; Les Théâtres de la Ville de Luxembourg; deSingel International Arts Center, Belgium; Festival Temporada Alta, Spain; Teatro di Napoli – Teatro Nazionale, Thalia Theater Hamburg; Onassis Stegi, Greece; Triennale Milano, Italy; National Taichung Theater, Taiwan; Holland Festival, Netherlands; LAC Lugano Arte e Cultura, Switzerland; TAP - Théâtre Auditorium de Poitiers, France ; La Comédie de Clermont-Ferrand – Scène Nationale, France ; Théâtre national de Bretagne – Rennes, France ; Yanghua Theatre, China.
Con il sostegno della Fondation d’entreprise Hermès


Foto "red liliim" di Tine Poppe
Foto di scena di Alex Majoli

Lassoluta inattualità dei versi poetici di Racine, basati sul metro alessandrino, è ciò che lo rende contemporaneo. La disfunzione del linguaggio che oggi conosciamo è quella di Beckett, quella di Artaud, quella dei poeti, ma il nostro Poeta annulla il linguaggio per eccesso tecnico, ne forza la forma al punto che non c’è niente che valga a essere soltanto comunicato. Grazie alla costrizione del metro e della rima, Racine affida alla tecnica il compito di captare il significato. E confida più sulla pura forma della parola che sul suo contenuto, e la forma è ciò che resta del corpo, un corpo muto. I dodecasillabi sono qui gli strumenti del rabdomante che hanno il compito di estrarre il significato, un significato che proviene soltanto dall’esterno, dall’estraneo e non dalla semplice opinione, e non da un sapere a portata di mano. Ecco che, con Racine, la tecnica diviene larcana serra di fiori inauditi, perché non partoriti per via naturale.

In Bérénice il personaggio appare veramente soltanto al momento dell’uscita. Luscita di scena, come un Trionfo, è terribilmente più importante dell’entrata. Cosaltro è “Berenice” se non una lunga, estenuata strategia di uscita? Occorre tutta unarte della retorica, uniconografia, un impossibile ricorso cristiano alla tragedia greca, per concepire un simile principio di movimento. Tutti i personaggi alla fine della tragedia si salutano senza versare una sola goccia di sangue; lemorragia è interna. Ma anche io, spettatore, alla fine dello spettacolo – o della lettura – rimango senza parole. Dov’è il dramma? Lho percepito ad ogni passo, ad ogni istante, ma non posso dire di avervi assistito.

Tutte le pose, la castità, leducazione, il pudore, lamore che ama – e per questo abbandona – servono qui a rappresentare il Teatro della Crudeltà dell’amore. Amore come Oriente, come Terra della Speranza. La castità come forma suprema di morbosità. Tutto è trattenuto e rallentato; in una parola, il campo del desiderio si apre davanti a noi in tutta la devastante virulenza del suo teatro. Le rinunce qui hanno più peso delle azioni, del sangue o degli accoppiamenti. Teatro paralitico. Oggetto unico: non credo esista nella drammaturgia occidentale di tutti i tempi qualcosa di più statico e snervante. Eppure si piange.

La parola diviene concentrica, come i fumi della droga, i dialoghi sono in realtà monologhi febbrili. “Bérénice” è un testo che non dice niente, e questo è la sua oblazione,  la sua – in fondo – follia, la sua arte-contemporanea”.

In scena, come stella fissa, Isabelle Huppert rappresenta Bérénice, la peculiare e ontologica solitudine del personaggio teatrale e della figura umana. Saranno presenti soltanto altri due attori, nelle vesti di Titus e Antiochus e diversi Senatori romani. Tutte le loro parole saranno incomprensibili, e impastate dalla stessa voce di Bérénice. I suoni dello spettacolo – tutti, uditi e inauditi – sono generati dalla voce di Isabelle Huppert ed elaborati dall’artista Scott Gibbons.

Isabelle Huppert è la sineddoche dell’arte del teatro doccidente, è lattrice, ma anche lattore, per definizione. Isabelle Huppert è “rappresentazione in quanto tale” ( vado a teatro per vedere Isabelle Huppert fare Berenice ), è fiamma che chiama a raccolta. È Teatro.

29/09/2024 - 30/09/2024

LAC Lugano Arte e Cultura - CH

Bérénice

https://www.luganolac.ch/

05/10/2024 - 10/10/2024

La Comédie de Geneve, Geneva - CH

Bérénice

https://www.comedie.ch/fr

18/10/2024 - 20/10/2024

Grand Théâtre de la Ville de Luxembourg - LU

Bérénice

https://theatres.lu

07/11/2024 - 10/11/2024

deSingel internationale Kunstcampus, Anversa - BE

Bérénice

https://www.desingel.be

16/11/2024 - 17/11/2024

Thalia Theater, Hamburg - DE

Bérénice

https://www.thalia-theater.de/

23/11/2024 - 24/11/2024

Festival Temporada Alta, Girona - ES

Bérénice

https://temporada-alta.com/

10/01/2025 - 12/01/2025

La Comédie, Scène nationale - Clermont-Ferrand - FR

Bérénice

https://lacomediedeclermont.com

24/01/2025 - 26/01/2025

Teatro di Napoli – Teatro Nazionale, Napoli - IT

Bérénice

https://teatrodinapoli.it/

15/05/2025 - 17/05/2025

Théâtre National de Bretagne, Rennes - FR

Bérénice

http://www.t-n-b.fr

Archivio

<