Màntica 2013

festival, spettacoli, musica, incontri di critica e laboratori
direzione artistica Chiara Guidi

VI Edizione
Cesena, Teatro Comandini
18 - 27 ottobre 2013

Programma Venerdì 25 ottobre

25/10/2013 - 25/10/2013
Teatro Comandini, Cesena, FC

19.00 | Teatro Comandini – incontro di critica (45’)
Utopie vocali. Un luogo da cui parlare

Lucia Amara interviene sul tema
ingresso gratuito
Il sottofondo sonoro che quotidianamente permea i luoghi in cui si vive, amalgama nell’indistinto discorsi significativi e utilitari. Le glossolalie sono discorsi che non appartengono al linguaggio convenzionale, perciò sembrano del tutto conformi al rumore di fondo, e sembrano rinunciare a un’emersione significativa, che spieghi qualcosa. Ciò nonostante sono discorsi, cioè atti di comunicazione. Michel de Certau rimane attratto da queste voci, che chiama utopie vocali, perché rivelano la ricerca incessante di un luogo da cui parlare. Le glossolalie, che sembrano mimetizzarsi totalmente nella confusione dei suoni metropolitani, di che sono profezia? È questa la domanda che sviluppa De Certeau.
Lucia Amara è docente di Lettere a Bologna. Attualmente cura l’edizione e la traduzione di Utopies Vocales. Glossolalies di Michel de Certeau.

 

20.00 | Teatro Comandini – teatro musica (70’) – PRIMA ASSOLUTA
Tifone – liberamente tratto da Joseph Conrad
per pianoforte e “viola”
adattamento e regia Chiara Guidi
musiche originali di Fabrizio Ottaviucci
con Chiara Guidi e Fabrizio Ottaviucci
cura del suono di Marco Canali
intero €10/studenti under 26 €8
La lotta del capitano MacWhirr contro il tifone è anche il racconto di una lotta con il linguaggio, la battaglia di un autore alle prese con una scrittura che deve trovare le parole giuste. Un altro incontro di Chiara Guidi con la scrittura e con la musica, a cui offre la propria voce come mediatrice portatrice di due forze. Quella di Joseph Conrad, alle prese con una potenza naturale che lo sfida nella scrittura, e quella delle musiche originali di Fabrizio Ottaviucci, impegnato a resistere tra gli estremi dell’inerzia e del caos, concentrati nell’occhio del tifone. Tra queste, la voce prende a modello la viola, il suo carattere discreto e chiaroscurale. Un’altra prova di Chiara Guidi, verso la diminuzione del contenuto semantico e l’esposizione di una voce essenziale.
Chiara Guidi, fondatrice di Socìetas Raffaello Sanzio, regista e attrice. Sviluppa una tecnica molecolare sulla voce che tratta microscopicamente lo spettro fonetico umano in chiave espressiva. I suoi recenti spettacoli e gli insegnamenti che promuove danno vita a un teatro di sensibilità musicale.
Fabrizio Ottaviucci, pianista, ha tenuto concerti nelle più importanti città d’Italia, Austria, Germania, Inghilterra e tournée negli Stati Uniti, Canada, India. Di particolare importanza la sua attività nella musica contemporanea. Attivo anche sul piano della sperimentazione, dirige ad Assisi il ‘Laboratorio di musica intuitiva’.

 

21.45 | Teatro Comandini – film (15’)
La roulotteuse da 24 portraits
di Alain Cavalier
ingresso gratuito
22.00 | Teatro Comandini – danza (60’)
Or
ideazione e regia di Silvia Rampelli – Habillé d’eau
danza di Alessandra Cristiani, Eleonora Chiocchini, Gea Lucetti, Silvia Mai
intero €10/studenti under 26 €8
Concepito come una grammatica, lo spettacolo realizza una partitura sintatticamente mancante, in cui il senso è affidato alla presenza dei corpi ancor prima che all’azione, come una frase senza verbo. Una voce ordina e una figura ubbidisce.
Habillé d’eau, compagnia romana fondata e diretta da Silvia Rampelli, uno dei gruppi di danza più rigorosi e radicali del panorama italiano. Centro della ricerca è il confine tra sensazione fisica e motoria e coscienza di sé.

 

<